Abbraccio è educazione civica!

L’adozione a distanza (SAD) che stiamo praticando nel nostro liceo ha una forte rilevanza per il raggiungimento degli SDGs (sustainable development goals). In tal senso Il lavoro di Abbraccio senza confini ci inserisce, facendoci fare una concreta esperienza, all’interno dei percorsi di Educazione civica con una sua propria originalità.

Nel 2015 si riunirono i membri di 193 stati per siglare i 17 Sustainable Development Goals.
Questi SDGs mirano ad abbattere le disuguaglianze sociali e la distruzione dell’ambiente entro il 2030. Purtroppo nel 2021, a distanza di soli 9 anni dalla scadenza di questo termine così significativo per l’umanità, i risultati ottenuti non sono sufficienti.
Una realtà che si è attivata per avvicinarci a questo raggiungimento è proprio AVSI con il suo programma di adozioni a distanza.
Esse, infatti, sono l’occasione, per ogni bambino adottato,, di evitare la strada e di ricevere alimenti (oltre l’istruzione ovviamente).
In questo modo, come viene spiegato in questo documento, l’associazione si impegna ad abbattere le disuguaglianze sociali che affliggono il mondo odierno e quindi ad avvicinare a tutti noi i SDGs. (Elisa Papa)


Il video che segue ci racconta come il lavoro di AVSI abbia un beneficio sia localmente, nelle zone in cui opera l’organizzazione, sia su scala mondiale: contribuendo ad alcuni degli “OSS” (Obiettivi di Sviluppo Sostenibile). Infatti, adottando un bambino a distanza e contribuendo alla sua educazione, facciamo molto più di quello che pensiamo. Il nostro aiuto contribuirà certamente a dare una migliore vita al ragazzo e alla famiglia, ma anche a creare una generazione di adulti più consapevole e in grado di dare un apporto risolutivo per la crescita dell’intera società. Senza questo essenziale sostegno, essi sarebbero privati dell’occasione di creare per sé stessi, e per tutti, un futuro migliore. (Alice Lazzari)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: